Di tutto e di più

Si parla di argomenti diversi

Nuovo sito in funzione iscriviti su www.tede.altervista.org

Ultimi argomenti

» NUCITA-PRINCIOTTO CAMPIONI ITALIANI JUNIOR
Sab Ott 13, 2012 11:06 pm Da NICO50

» Supercoppa Italiana - Lazio, buona la prima: la Supercoppa è tua
Sab Ago 08, 2009 6:50 pm Da TOMMY's

» Semaforo elettronico
Gio Ago 06, 2009 5:19 pm Da TOMMY's

» Electronics Assistant: 4.1
Gio Ago 06, 2009 5:14 pm Da TOMMY's

» Capacitor Conversions Ver 1.2.0
Mar Ago 04, 2009 10:08 pm Da TOMMY's

» Resistor Color Code Calculator Ver 2.4
Mar Ago 04, 2009 10:04 pm Da TOMMY's

» TELEGUIDA SERALE GIUGNO 09
Mar Giu 30, 2009 12:02 pm Da TOMMY's

» Episodi
Mar Giu 23, 2009 8:44 pm Da TOMMY's

» Classifica piloti e team
Lun Giu 22, 2009 11:25 am Da TOMMY's

Chi è in linea

In totale ci sono 2 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 2 Ospiti

Nessuno


[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 16 il Dom Ago 23, 2009 5:16 pm

Calendario


- - - The Mist - - -

Condividere
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

- - - The Mist - - -

Messaggio Da TOMMY's il Gio Set 25, 2008 8:30 pm

Titolo originale: The Mist
USA: 2007. Regia di: Frank Darabont Genere: Horror Durata: 127'
Interpreti: Thomas Jane, Marcia Gay Harden, Laurie Holden, William
Sadler, Nathan Gamble, David Jensen, Jay Amor, Andre Braugher, Julio
Cedillo, Kevin Beard, Dodie Brown, Alexa Davalos, Kip Cummings, John F.Daniel
Sito web: www.themist-movie.com
Nelle sale dal: 10/10/2008
Voto:
6,5

Recensione di: Nicola Picchi
Il giorno successivo a una violenta tempesta, una misteriosa nebbia si
diffonde a Castle Rock, una piccola cittadina del Maine. David Drayton
e suo figlio Billy si ritrovano intrappolati assieme ad un gruppo di
persone all’interno di un supermercato, mentre la nebbia che li
circonda sembra ospitare mostruose creature.


Arriva firmato Frank Darabont, solido interprete del verbo del maestro
del Maine, questo adattamento del racconto “The Mist”, presente
nell’antologia “Scheletri” (1985). Dopo il periodo di gloria degli anni
’80, con conseguente scorpacciata, gli adattamenti kinghiani degli
ultimi anni sono sprofondati nella mediocrità (Secret Window) o sono
stati ridotti a poltiglia paratelevisiva dal micidiale Mick Garris
(Desperation, Riding the Bullet), regista prediletto da King che,
notoriamente, di cinema non capisce un’acca. Ultimamente le cose sono
migliorate con il riuscito “1408”, a cui fa seguito questo robusto “The
Mist”, di impianto classico e dal sapore amabilmente old fashioned,
come un vino invecchiato; del resto il racconto risale al lontano 1980,
per cui non c’è motivo di lamentarsene troppo, ed è anzi giusto e
conseguente che sia così.


Darabont non è certo un novellino per quanto riguarda King, avendo già
diretto “Le ali della libertà” e “Il miglio verde”, e coltiva una sua
idea di cinema, forse anacronistica ma di tutto rispetto. E’ un ottimo
artigiano, come potevano esserlo qualche decennio fa un Preston Sturges
o un Martin Ritt, ma con lo sguardo rivolto all’indietro, alla
Hollywood degli anni d’oro, come ha dimostrato anche in “The Majestic”,
il suo omaggio a Frank Capra. Il regista dichiara in un’intervista che
aver girato “The Mist” è stato “liberatorio”, aggiungendo di aver
voluto mettere da parte la sua reverenza per l’eleganza kubrickiana (e
scusate se è poco) e di averlo voluto girare “fast and loose”, come
un’improvvisazione jazz......


In questo caso gestisce con competenza il suo gruppetto di
sopravvissuti, asserragliati in un supermercato e assediati dalla
nebbia e da terrificanti creature lovecraftiane, analizzandone le
dinamiche interne e registrandone con partecipazione il tracollo
psicologico, con l’aiuto di un gruppetto di attori tutti in parte
(tranne il marmoreo Thomas Jane) e fortemente tipicizzati. Tra l’altro
la figura di Mrs.Carmody (una Marcia Gay Harden sopra le righe),
profetessa di sventure che sproloquia di castigo divino, invitando i
peccatori all’espiazione e invocando sacrifici umani, dona al film una
nota miracolosamente attuale, in tempi di paranoia diffusa e di
presidenti che si mettono quotidianamente in comunicazione con
l’Onnipotente.


Basato su una dicotomia elementare dentro/fuori e sulla struttura tutta
americana (dal western in poi) dell’assedio, versione horror dell’
“Angelo sterminatore” ibridata in laboratorio con un episodio di “Ai
confini della realtà” degli anni ‘50, “The Mist” di certo non innova il
genere, ma è un riuscito tuffo nel passato. Serratissime le scene con
le creature, ottimamente disegnate da Greg Nicotero e Howard Berger,
come quella dell’attacco dei mostri attraverso le vetrate infrante o i
repellenti ragni ipertrofici, mentre non mancano ammiccamenti all’opus
kinghiano, visto che Drayton, all’inizio del film, sta terminando
un’illustrazione per il ciclo della “Torre Nera”.


Mentre King optava per un finale aperto, Darabont, anche autore della
sceneggiatura, preferisce infierire con una conclusione di rara
crudeltà (che non può essere rivelata), che certamente non avrà fatto
la gioia della produzione né tantomeno gratificato il pubblico, visto
che il film non è andato molto bene al botteghino americano.


Naturalmente “The Mist” è disponibile al momento solo in DVD
d’importazione; davvero un peccato che i distributori italiani
preferiscano allietarci con una lunga teoria di horror estivi da
mandare al macero, e si facciano sfuggire questo gioiellino, ma si sa,
le vie della distribuzione, come quelle del Signore di Marcia Gay
Harden, sono infinite.



_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث

    La data/ora di oggi è Gio Nov 23, 2017 6:55 am