Di tutto e di più

Si parla di argomenti diversi

Nuovo sito in funzione iscriviti su www.tede.altervista.org

Ultimi argomenti

» NUCITA-PRINCIOTTO CAMPIONI ITALIANI JUNIOR
Sab Ott 13, 2012 11:06 pm Da NICO50

» Supercoppa Italiana - Lazio, buona la prima: la Supercoppa è tua
Sab Ago 08, 2009 6:50 pm Da TOMMY's

» Semaforo elettronico
Gio Ago 06, 2009 5:19 pm Da TOMMY's

» Electronics Assistant: 4.1
Gio Ago 06, 2009 5:14 pm Da TOMMY's

» Capacitor Conversions Ver 1.2.0
Mar Ago 04, 2009 10:08 pm Da TOMMY's

» Resistor Color Code Calculator Ver 2.4
Mar Ago 04, 2009 10:04 pm Da TOMMY's

» TELEGUIDA SERALE GIUGNO 09
Mar Giu 30, 2009 12:02 pm Da TOMMY's

» Episodi
Mar Giu 23, 2009 8:44 pm Da TOMMY's

» Classifica piloti e team
Lun Giu 22, 2009 11:25 am Da TOMMY's

Chi è in linea

In totale ci sono 0 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno


[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 16 il Dom Ago 23, 2009 5:16 pm

Calendario


Quarti Champion risultati e commenti

Condividere
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Quarti Champion risultati e commenti

Messaggio Da TOMMY's il Mer Apr 08, 2009 11:47 am

Champions League - Un super Adebayor risponde a Senna


Finisce 1 a 1 il match del Madrigal tra Villarreal e Arsenal. Padroni di casa avanti con una sassata di capitan Senna nel primo tempo. Nella ripresa si scatena Adebayor che firma il pareggio con una spettacolare rovesciata

Così come nella semifinale del 2006, anche questa sera Villarreal e Arsenal escono con un pareggio dal match del Madrigal. Finisce però 1-1 (3 anni fa 0-0) e questa volta la qualificazione resta aperta. Si deciderà tutto mercoledì 15 aprile al Fly Emirates di Londra, dove a questo punto i Gunners partiranno leggermente favoriti forti della rete in trasferta. E che rete. A firmarla l'attaccante togolese Emmanuel Adebayor, che pareggia il vantaggio di Senna nel primo tempo nel modo più spettacolare. Una rovesciata che lascia di stucco tutto il Madrigal e mette gli uomini di Wenger in una posizione di forza in vista del ritorno della prossima settimana.

Era anche la partita di Robert Pires, alla prima contro i suoi ex compagni. Pellegrini lo lascia però in panchina, preferendogli la velocità di Ibagaza. In avanti con Giuseppe Rossi c'è Llorente. Nell'Arsenal invece si rivedono Fabregas e Adebayor dal primo minuto, due pedine fondamentali dello scacchiere tattico di Arsene Wenger.

Meglio il Villarreal nel primo tempo. Gli spagnoli giocano senza stelle ma con un grande senso della posizione, applicazione e passaggi in velocità. L'Arsenal ci mette un po' ad entrare in partita e sembra soffrire la vivacità del Sottomarino Giallo che dopo 10 minuti passa. Ci pensa capitan Marcos Senna, il migliore dei suoi, a sbloccare il risultato con un destro dai 25 metri che si insacca all'incrocio dei pali. Una mazzata per l'Arsenal, che a parte un tiro di Nasri ben respinto da Lopez, non riesce a rendersi pericoloso. Sembra una serataccia per i Gunners, che perdono per infortunio il portiere Almunia (scontro con Rossi), costretto alla mezzora a lasciare il campo a Fabianski.

Il portiere polacco si rende subito protagonista con un doppio intervento su Senna e Capdevila, che strozza l'urlo del Madrigal. Piove sul bagnato in casa Arsenal, che sul finale di frazione perde anche Gallas, problema al ginocchio, sostituito da Djourou.

Nella ripresa Pellegrini manda in campo Mati Fernandez al posto di uno spento Cani. Si comincia sulla falsa riga della prima frazione, con il Villarreal che gestisce senza troppi patemi il vantaggio e anzi, sfiora il raddoppio ancora con Senna, in serata di grazia. Al 64' però, ecco la perla di Adebayor, fino a quel momento nullo, che controlla di petto un lancio dalle retrovie di Fabregas e in rovesciata trafigge l'incolpevole Lopez. Una mazzata per gli spagnoli, che di certo non si aspettavano tale prodezza. Il gol cambia la partita. Il Villarreal, stanco, non pressa più come nel primo tempo e lascia Fabregas, Nasri e Walcott liberi di inventare. I Gunners prendono il comando del gioco e sfiorano il vantaggio proprio con Nasri e Walcott, che lambiscono i legni della porta di Lopez.

Il Sottomarino Giallo si fa rivedere dalle parti di Fabianski sul finale di gara con la solita conclusione dalla distanza di Senna e un colpo di testa di Godin, ma sarebbe stato troppo.

Alla fine è 1 a 1. Va bene al Villarreal, che la partita ha rischiato anche di perderla. Va bene all'Arsenal, che potrà ora aspettare le sfuriate degli spagnoli, costretti a segnare nel match di ritorno al Fly Emirates.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Quarti Champion risultati e commenti

Messaggio Da TOMMY's il Mer Apr 08, 2009 11:48 am

Tra Manchester e Porto vince lo spettacolo

All'Old Trafford finisce 2-2 l'andata dei quarti di finale di Champions League. Match bellissimo, intenso e che resta vivo fino alla fine: Porto che domina a lungo e che alla fine strappa un meritatissimo pareggio in vista della gara di ritorno in programma settimana prossima al Do Dragao

Forse una delle più belle partite delle ultime edizione della Champions League. E' questo il primo pensiero che verrà a in mente a tutti i fortunati appasionati di calcio che hanno avuto la fortuna di assistere al match dell'Old Trafford tra Manchester United e Porto. Di fronte, per l'andata dei quarti di finale di Champions League, i campioni in carica guidati da Sir Alex Ferguson contro lo spauracchio lusitano, capace nel 2004 di elimare proprio i Red Devils agli ottavi quando ancora c'era un certo Josè Mourinho in panchina. Al mago scozzese dello United non è bastato eliminare lo Special One - ora all'Inter- nel turno precedente per scongiurare una nuova beffa da parte dei campioni in carica del Portogallo.

Il nuovo Porto targato Jesualdo Ferreira gioca una partita praticamente perfetta, producendo un calcio tanto efficace quanto spettacolare: nel primo tempo lo United viene letteralmente schiacciato dai lusitani che sbucano in continuazione dalle parti di van der Sar. Il portiere olandese è in serata di grazia ed evita il peggio in più occasioni ma dopo appena 4 minuti è già costretto a raccogliere la sfera dal fondo della rete dopo il chirurgico sinistro a giro di Rodriguez che raffredda l'Old Trafford. Non basta nemmeno l'assurdo - e sciagurato - errore di Bruno Alves a scuotere Ronaldo e compagni: Rooney ringrazia per il passaggio del centrale portoghese, supera Helton con un pallonetto, firma il momentaneo pareggio ma è tutto inutile (16'). Il Manchester è irriconoscibile: manovra lenta, poche idee in mezzo al campo, Rooney e Ronaldo isolati e difesa bucata in continuazione dal tridente portoghese che non lascia punti di riferimento ai centrali di Ferguson. Il pubblico inglese prova a incitare i propri beniamini ma ogni coro dell'Old Trafford viene strozzato sul nascere da un agghiacciante silenzio di paura per i ripetuti pericoli dalle parti di van der Sar. Si va al riposo sull'1-1, un risultato che va esageratamente stretto alla formazione di Jesualdo Ferreira.

Nella ripresa la musica cambia un po': i giocatori del Porto abbassano pressing e ritmo di gioco e lo United riesce con più frequenza a rendersi perisoloso. Il match resta comunque gradevole anche perchè con il passare dei minuti le due formazioni si allungano e non c'è un secondo di pausa. Ferguson si gioca le cartucce Giggs e Tevez: il gallese comincia a sfornare cross invitanti ma nè Rooney nè Ronaldo riescono a bucare l'ottimo e attento Helton. Cinque minuti al novantesimo, giocatori in campo esausti, soprattutto quelli del Porto che hanno evidentemente esaurito le batterie e risultato che non si vuole proprio sbloccare: pareggio inevitabile dunque? Assolutamente no. Su una rimessa laterale di Neville, Rooney si inventa un colpo di tacco volante da favola che libera al tiro Tevez - bravissimo nell'inserimento - che brucia Rolando e deposita in rete il gol del 2-1. L'Old Trafford può finalmente sciogliersi in un ruggito.

Ruggito che, però, si trasforma nuovamente in silenzio glaciale quando all'89' Mariano Gonzales (ex Palermo e Inter, ndr) infila van der Sar, fissa il risultato sul definitivo 2-2 e scrive un finale da urlo a una partita da antologia.

Risultato giusto, non giusto, poco importa. Alla fine i giocatori lusitani lasciano il campo tra gli applausi dei sostenitori del Manchester, consci di aver avuto la fortuna di assistere a una simile show. Questo è il calcio, questo è spettacolo, questo è sport. E alla fine, a nessuno importa che non ci sia un vincitore: questa sera, infatti, a trionfare è stato il calcio.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Quarti Champion risultati e commenti

Messaggio Da TOMMY's il Gio Apr 09, 2009 11:52 am

Champions League - Overdose di Barça! Toni si inchina...



Il Barcellona supera 4-0 il Bayern
Monaco al Camp Nou, ipotecando la qualificazione alle semifinali di
Champions League. Tutti i gol nel primo tempo: doppietta di Messi e
reti di Eto'o e Henry, mentre i tedeschi non hanno costruito nemmeno
una vera occasione...



Barcellona-Bayern si risolve forse in uno scontro diretto
personale, quello tra Leo Messi e Christian Lell, quello tra il più
grande giocatore di tutti i tempi e un terzino da campetto di periferia.
Barcellona
fantastico, Messi fantastico; Bayern umiliato, Lell umiliato. Il 4-0
del Camp Nou parla da solo e porta i catalani di Guardiola in
semifinale di Champions con una partita d'anticipo, perché il Barça non
è lo Sporting Lisbona e all'Allianz Arena non ci sarà nessun 7-1 a cui
aggrapparsi, nessun santo a cui votarsi.
Più che una partita,
quella di Barcellona è una demolizione, con Klinsmann che - reduce dal
ko 5-1 a Wolfsburg - deve rinunciare anche a Lucio e Lahm (oltre a
Klose) per una difesa che da pessima diventa inguardabile.
Provare
per credere: al 6' Demichelis salva sulla linea sul destro di Henry, ma
al 9' è già 1-0, con Messi che insacca di piatto sull'invito di Eto'o.
Quattro minuti dopo la 'Pulce' restituisce il favore e il camerunense
raddoppia, con il Bayern già sulle ginocchia.
Per fermare il
Barça serve un errore dell'arbitro (che non dà rigore per un fallo in
area di Lell su Messi), ma è solo questione di minuti, perché nel
finale di tempo la squadra catalana continua a macinare gol oltre che
gioco. Al 38' il 3-0 di Messi, ispirato da un'iniziativa di Henry, e
qualche attimo dopo il poker servito dal francese sull'assist
involontario di Van Bommel, nella più classica delle applicazioni della
'Legge di Murphy'.
Inutile dire che nella ripresa il ritmo
degli attacchi catalani si fa più docile, con Messi che si limita a un
paio di serpentine e regala una bella figura a Butt al 59' (la palla,
deviata dal portiere tedesco, sfiora la traversa), mentre dall'altra
parte Zé Roberto pregusta il gol della bandiera ma sbatte contro
capitan Puyol (71'), giusto per capire che questo Barcellona non è solo
calcio champagne, ma anche sostanza.
Tra sei giorni c'è una
gara di ritorno in Baviera e francamente è difficile capire a cosa
serva, perché un divario così ai quarti di Champions non si era mai
visto, e le colpe del Bayern sembrano infinitamente ridotte rispetto ai
meriti catalani. Questione di Messi, più che di Lell... Questione di
una squadra che gioca al calcio come nessuna prima di lei.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Quarti Champion risultati e commenti

Messaggio Da TOMMY's il Gio Apr 09, 2009 11:54 am

Champions League - Rimonta Chelsea: Liverpool gelato



Successo pesantissimo, 3-1, dei Blues ad Anfield Road: il Chelsea vede le semifinali. Dopo il gol di Fernando Torres
in apertura, la formazione di Hiddink ribalta il risultato grazie alla
doppietta di Ivanovic e alla rete di Drogba al 67'. Terry, ammonito e
diffidato, sarà squalificato

Si risolve a favore del Chelsea il primo round della sfida
dei quarti di finale di Champions League fra i Blues di Hiddink e il
Liverpool. Ad Anfield Road, i Reds rimediano un 1-3 pesantissimo in
chiave qualificazione dai cugini inglesi.
E dire che per il
Liverpool si era messo tutto molto bene, con il gol di Fernando Torres
dopo appena sei minuti di gioco. Tacco splendido di Kyut per il
movimento sulla destra di Arbeloa, cross immediato per l'accorrente
centravanti spagnolo che con il piatto destro fa 1-0. La reazione del
Chelsea arriva un minuto più tardi con Drogba, ma il centravanti
ivoriano calcia malamente addosso a Reina sugli sviluppi di una
indecisione in fase di impostazione del Liverpool. Anche Malouda
avrebbe l'occasione buona al 24', ma il francese chiude troppo l'angolo
di tiro e vede la sua conclusione sfilare sul fondo. Il Liverpool è
pericoloso sempre con Torres: siamo al 26' quando il centravanti
spagnolo ruba palla a Lampard, si invola verso la porta avversaria e
prova il destro a giro dal limite: tutto bellissimo, ma la conclusione
del fenomeno della Spagna termina alta sopra la traversa. Il Chelsea è
comunque vivo, Drogba si mangia un gol già fatto al 29', ma dieci
minuti più tardi ecco materializzarsi il pareggio dei Blues: lo
realizza Ivanovic con un bel colpo di testa da centro area sugli
sviluppi di un calcio d'angolo dalla destra.
La partita,
splendida nel corso del primo tempo, rimane bellissima anche nella
ripresa. Drogba, che supera anche Reina da posizione defilata, è
fermato dal miracoloso intervento di Carragher sulla linea di porta;
dall'altra parte Torres, dopo un triangolo con Kyut e Gerrard, calcia
alto sopra la traversa da ottima posizione. Al minuto 62 il vantaggio
del Chelsea: a sorpresa è ancora Ivanovic, ai primi gol in maglia
Blues, a regalare il 2-1 per la formazione di Hiddink ad Anfield Road.
Sempre sugli sviluppi di un calcio d'angolo, e sempre di testa.
La
vittoria degli ospiti diventa trionfo cinque minuti più tardi quando
Ballack inventa un corridoio impossibile per Malouda che trova sulla
corsa il movimento di Drogba: tap-in dell'invoriano, che si inserisce
fra Fabio Aurelio e Carragher e mette dentro il pallone del definitivo
3-1. Il Liverpool, con Benitez che le prova tutte inserendo anche Babel
e Benayoun, ci prova fino all'ultimo, ma si arrende quando osserva Cech
volare sul destro a giro di Xabi Alonso
al 92'. Finisce 3-1 per il Chelsea: un risultato pesantissimo in vista
del ritorno che assegnerà un posto nelle semifinali di Champions League
a una delle due squadre inglesi e che avrà luogo già settimana prossima
allo Stamford Bridge di Londra.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Quarti Champion risultati e commenti

Messaggio Da TOMMY's il Ven Apr 17, 2009 2:40 pm

Champions League - Chelsea-Liverpool di pura follia: 4-4!

I Blues vanno in semifinale dopo un ritorno incredibilmente ricco d'emozioni. Nel primo tempo vanno a segno Fabio Aurelio e Xabi Alonso. Nella ripresa i Blues vanno sul 3-2 con Drogba, Alex e Lampard, ma nel finale Lucas e Kuyt riportano avanti il Liverpool. Chiude tutto ancora Lampard all'89'


Una sfida tra Chelsea e Liverpool senza John Terry (squalificato) e Steven Gerrard (infortunato) rischia di essere poca cosa. Specie se all'andata i Blues si sono permessi di espugnare Anfield Road con un roboante 3-1. Ma così non è. I Reds scendono a Stamford Bridge sognando di poter ripetere la rimonta vista a Istanbul contro il Milan. Rafa Benitez rimpiazza il capitano con Lucas Leiva, passando a un 4-3-3 che tiene fuori dei giochi anche Riera. Guus Hiddink invece lascia intatti dieci undicesimi della formazione vista all'andata, con il solo Ricardo Carvalho al posto del già citato titolare.

Le sensazioni della vigilia, però, durano poco. Giusto il tempo di permettere all'inno della Champions League di suonare per la gioia dei tifosi Blues già pronti alla festa. Da lì in avanti (almeno sino al 45') il colore giusto è quello rosso. Perché il Liverpool mette in campo l'anima e qualcosa in più. Pressing asfissiante e rabbia. Più un errore marchiano di Cech. Al 19' Fabio Aurelio batte sul primo palo una punizione dalla destra sui 30 metri. Un tiro tanto preciso quanto lento. Peccato che Cech vada in uscita e si dimentichi di controllare la sfera. Ed è 1-0.

Il Liverpool si gasa, il Chelsea prende paura. Passano altri otto minuti e i Reds conquistano un calcio di rigore. Altra punizione di Fabio Aurelio e altro regalo, questa volta da parte di Ivanovic. L'eroe di Anfield Road trattiene ingenuamente Xabi Alonso. Ed è penalty. Dal dischetto va lo stesso spagnolo che spiazza Cech per il 2-0. Stamford Bridge è gelato, ma Hiddink si alza dalla panchina e sveglia i suoi con un grido dei più forti. Al 35' entra a sorpresa Anelka al posto di Kalou, che pure era sembrato il più attivo dei suoi. E i Blues quanto meno chiudono in avanti il primo tempo.

La ripresa è un'altra storia. Il Liverpool pare in grado di poter continuare a premere, ma al 51' succede qualcosa di incredibile. Anelka scappa sulla destra e crossa dal fondo. Un pallone innocuo sul quale Drogba si avventa come un rapace d'area autentico. La palla va sul primo palo e non sembra imparabile. Reina, però, conferma che non è serata per portieri e si fa anticipare. È gol, quello dell'1-2. Il Liverpool può solo sperare nei supplementari.

Eppure la speranza dura poco. Perché i Reds commettono troppi falli al limite dell'area. Sul primo Drogba fa gridare al gol, sul secondo Alex segna sul serio. Una bomba dai 35 metri che sorprende Reina con una traiettoria a giro (57'). Game, set and match, verrebbe da dire. Il Liverpool tarda a reagire, i Blues gestiscono il risultato e ci provano in contropiede. In pura ripartenza paiono mettere i titoli di coda (76'). Ballack recupera palla a Xabi Alonso, apre per Drogba che sfonda a sinistra e serve Lampard sul secondo palo. Per l'inglese è un gioco da ragazzi insaccare il 3-2 con cui sembra terminare il match.

Benitez abbocca e toglie Fernando Torres rimpiazzandolo con N'Gog. Sembra finita sul serio. Ma non è così. Perché nel giro di due minuti (tra 81' e 83') il Liverpool torna in avanti. Prima una preghiera di Lucas dai 30 metri viene esaudita da una deviazione di Essien sulla quale Cech ancora una volta non è reattivo. Poi un cross dalla sinistra di Riera viene fatto preda di Kuyt, che mette dentro di testa e rabbia il gol del 3-4.

Con sette minuti più recupero da giocare può succedere ancora di tutto. Drogba sfiora il gol, Lampard lo mette (89'). Anelka appoggia per l'inglese che, appena entrato in area, lascia partire un destro da biliardo. Doppio palo e 4-4. Il Liverpool si getta ancora in avanti, Essien salva sulla linea un tiro a botta sicura di Benyoun conseguente all'ennesima stecca di Cech. È l'ultima emozione.

La squadra di Hiddink accede alla semifinale, lì dove incontrerà il Barcellona. Il Liverpool riesce nell'impresa ma solo a metà e per il secondo anno di fila deve abbandonare la Champions per mano dei Blues, che mai erano riusciti in tale impresa con Mourinho in panchina. Con o senza il portoghese questa sfida è sempre speciale. Quella di questa sera lo è stata ancor più di sempre. Roba da non credere. Una partita talmente folle che è addirittura difficile credere che si sia giocata. Chelsea-Liverpool 4-4. Così è se vi pare...


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Quarti Champion risultati e commenti

Messaggio Da TOMMY's il Ven Apr 17, 2009 2:41 pm

Champions League - Il Barça si accontenta, 1-1 a Monaco

Il Barcellona di Pep Guardiola capitalizza il vantaggio dell'andata (4-0) e con un 1-1 all'Allianz Arena passa alle semifinali di Champions League per la terza volta in quattro anni. Segna Ribery, pareggia Keita...


Serviva un'impresa impossibile al Bayern Monaco: ma per avere la meglio su questo Barcellona forse sarebbe stato meglio parlare di miracolo. Troppo superiore la squadra di Pep Guardiola che anche all'Allianz Arena ha dimostrato di essere non uno, ma qualche gradino sopra il pur generoso Bayern allestito da Jurgen Klinsmann. I bavaresi, trascinati da un Franck Ribery superlativo, ci hanno messo anima e cuore, sono passati in vantaggio (proprio con il francese, a inizio ripresa), ma poi si sono dovuti accontentare di portare a casa un pareggio: comunque un degno epilogo, dopo il tracollo subito al Camp Nou appena una settimana fa. La sintesi del doppio confronto tra Bayern e Barça sta tutto nel gol dei blaugrana: la rete di passaggi che porta al tiro di Keita porta la chiara firma di Guardiola, un allenatore che vuole che il successo dei suoi passi per il gioco. E l'impressione è che nella semifinale contro il Chelsea (martedì 28 aprile al Camp Nou e mercoledì 6 maggio a Stamford Brdige) ci sarà veramente da divertirsi.

Pep Guardiola presenta un Barcellona quasi al completo, dimostrando di non sottovalutare la prova, come sbandierato ampiamente alla vigilia: non c"è Marquez, squalificato, mentre Henry, febbricitante, va in panchina. Iniesta scala in attacco al fianco di Messi ed Eto"o, mentre il maliano Keita va a centrocampo per formare una diga invalicabile con Yayà Toure.

Jurgen Klinsmann deve fare a meno degli infortunati Klose (vicecapocannoniere di Champions con 7 reti), Oddo e Schwinsteiger, ko all'ultimo momento: sono due gli innesti rispetto al tracollo del Camp Nou, oltre ai rientri di Lahm e Lucio. Sosa va largo a destra, mentre Ottl rileva Hamit Altintop in mezzo al campo.

Il Bayern, oltre che con i blaugrana devono vedersela anche con la storia: nessuna squadra infatti è mai riuscita a ribaltare quattro gol di svantaggio. I bavaresi vogliono un gol subito, per dare un senso a un match altrimenti già deciso: Ribery spinge sulla fascia sinistra, Sosa parte molto bene dall'altra parte. E proprio da un cross di quest'ultimo nasce la prima palla gol del match al 6': la palla arriva infatti dalle parti di Toni il quale però la sfiora solamente di testa, non trovando il tempo per la conclusione. E' una grande occasione persa per i bavaresei ch con un gol avrebbero potuto cambiare il volto del match: è invece il Barcellona a prendere campo e con il passare dei minuti la mole di gioco dei blaugrana diventa schiacciante.

La ragnatela di passaggi imbriglia i tentativi di ripartenza del Bayern, mentre gli uomini di Guardiola cominciano a farsi più pericolosi dalle parti di Butt: Lucio prima e Demichelis poi sono bravissimi a fermare in scivolata due tentativi rispettivamente di Eto'o (al 33') e Messi (37'). La Pulce comincia a diventare imprendibile, anche se la marcatura di Lahm è altra cosa rispetto a quella dell'andata di Lell: il Barça del primo tempo però è tutto fumo e niente arrosto, e non trova una conclusione nello specchio avversario. Dall'altra parte, Sosa, dopo un avvio promettente sparisce dal match, e il solo Ribery porta la croce per i suoi dividendosi tra la fascia destra e la sinistra: è il francese l'unico a provare a dare un mano a Toni, troppo solo là davanti.

La ripresa parte subito con il botto, quello che ci voleva per rivitalizzarla: il Bayern infatti trova il gol del vantaggio con un grande spunto del solito Ribery. Il francese elude il fuorigioco della retroguardia blaugrana e su servizio di Zé Roberto arriva a tu per tu con Valdes: Ribery lo ipnotizza e lo fa secco un gran destro sotto la traversa. E' il 47' e Klinsmann carica i suoi: vuole subito il secondo gol. I bavaresi provano a mantenere alto il ritmo, ma il Barça sembra incassare il colpo senza soffrire più di tanto: i blaugrana infatti continuano il loro classico fraseggio anche se danno l'idea di non premere molto sull'acceleratore. Al 67' c'è spazio per una polemica tutta italiana, quando Rosetti non fischia su un possibile calcio di rigore su Toni (Piqué effettivamente aveva strattonato).

Al 73' il Barcellona annichilisce l'Allianz Arena: i giocatori di Guardiola mettono insieme un'azione degna da manuale del calcio, prima che Alves serva a Keita una palla che il maliano deve solo spedire in fondo al sacco con un sinistro fiondato appena all'interno dell'area di rigore. E' l'1-1 che di fatto chiude i giochi per la qualificazione, se mai ce ne fosse stato bisogno. I catalani infatti abbassano le marce, evidentemente soddisfatti di prestazione e risultato, mentre i bavaresi, stanchi per gli sforzi profusi, abbozzano solamente qualche tentativo. Passa il Barcellona, il Bayern è eliminato: nessuna novità dunque, con i blaugrana nella Top 4 del calcio europeo per la terza volta in quattro anni. Il Bayern invece è rimandato a tempi migliori: per Klinsmann c'è ancora del lavoro da fare.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Quarti Champion risultati e commenti

Messaggio Da TOMMY's il Ven Apr 17, 2009 2:43 pm

Champions League - Tripla cannonata: Sottomarino a picco

L'Arsenal si qualifica per le semifinali di Champions League vincendo 3-0 la gara di ritorno contro il Villareal, dopo l'1-1 dell'andata. I Gunners terminano il primo tempo in vantaggio 1-0 con un gol Walcott, poi chiudono la pratica nella ripresa grazie ad Adebayor e a un rigore di Van Persie

La semifinale di ritorno tra Arsenal e Villareal non ha avuto storia: i Gunners staccano il biglietto per le semifinali liquidando la pratica spagnola con un rotondo 3-0 al termine di 90 minuti spettacolari. La squadra di Pellegrini si è presentata all'Emirates Stadium con alcune assenze importanti (quella di Senna in primis) ma decisa a dare battaglia per mettere in difficoltà gli uomini di Wenger, che del resto giocava con una difesa praticamente inventata.

Peccato che a fare acqua da tutte le parti sia stata la difesa ospite, e se non fosse stato per la buona sorte, gli spagnoli avrebbero potuto chiudere il 1° tempo con un passivo decisamente più pesante. Invece sono andati negli spogliatoi sotto di un solo gol, che per la verità non è stato frutto di una disattenzione della retroguardia bensì di un geniale colpo di tacco di Fabregas a smarcare Theo Walcott, e del perfetto tocco sotto dell"inglese a superare Lopez in uscita (10'). La reazione del Sottomarino Giallo è inconsistente, e sono anzi i Gunners a sfiorare il raddoppio quando Lopez per poco non diventa protagonista di un clamoroso autogol e Rodriguez spazza via sulla linea di porta.

Nel secondo tempo il Villareal parte con piglio più determinato ma Rossi ha poche occasioni per mettersi in mostra. Al 60' Rodriguez si dimentica in area di Adebayor, Van Persie gli offre un assist perfetto e il togolese di esterno destro batte di nuovo Lopez. La partita in pratica finisce qui, ma a far crollare le residue speranze del Villareal ci pensa una scivolata in area di Godin che atterra Walcott: intervento fose non così netto eppure sconsiderato: Eguen ha qualcosa da dire a Stark e si becca l'espulsione, così, quando Van Persie trasforma dal dischetto, il Villareal si ritrova sotto di tre reti e in inferiorità numerica. Gli ultimi minuti non posono più cambiare l'esito di questa sfida, se non ad evitare la goleada. L'Arsenal è atteso adesso dal derby con il Manchester United mentre il Barcellona sfiderà il Chelsea: due semifinali che promettono scintille e, si spera, ancora una valanga di gol.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Quarti Champion risultati e commenti

Messaggio Da TOMMY's il Ven Apr 17, 2009 2:44 pm

Champions League - Prodezza di Ronaldo, il Porto è condannato

Dopo il 2-2 dell'andata all'Old Trafford, i campioni del mondo in carica vincono all'Estádio do Dragão (impresa mai riuscita a nessun club inglese nei quarti) soffrendo i lusitani ma guadagnano l'accesso alle semifinali di Champions League. Decisiva la rete di Cristiano Ronaldo dopo soli sei minuti

Ci voleva una mezza impresa. Ma diciamo pure che senza la perla firmata da Cristiano Ronaldo il Manchester United sarebbe stato eliminato: la squadra di Ferguson ha sofferto troppo le sfuriate di un Porto volenteroso e generosissimo fino alla fine. E ora contro l'Arsenal in semifinale, i Red Devils dovranno mettere in campo ben altre qualità.

Contro la squadra di Jesualdo Ferriera (fermato dalla Uefa con un turno di squalifica per un gestaccio all'arbitro nella gara contro l'Atletico Madrid) torna Rio Ferdinand che al centro della difesa si schiera accanto a Vidic. La sua presenza è quanto mai necessaria per far fronte agli attacchi di Hulk e Lisandro Lopez.

All'Estadio do Dragao il primo pericolo arriva da Hulk dopo cinque minuti: il tiro dell'attaccante viene bloccato da Van der Sar. Un minuto dopo l'Estadio do Dragao viene gelato: Cristiano Ronaldo dai trentacinque metri lascia partire un missile di collo pieno che si insacca all'incrocio dei pali nonostante il tuffo del povero Helton. La rete fantastica del Pallone d'Oro lascia un po' tramortiti i Draghi, con il Manchester vicino al raddoppio con un destro di Carrick dalla distanza. Al 20' si svegliano i padroni di casa: gran punizione di Bruno Alves che sfiora il palo: poco dopo è pregevole il gesto atletico di Lisandro Lopez che in area ruba il tempo a Ferdinand e in mezza rovesciata costringe Van Der Sar a un non facile intervento.

Lo United spinge solo a tratti e al 30' la sventola di controbalzo di Giggs sul cross O'Shea costringe Helton alla parata in due tempi. Due minuti più tardi Lucho Gonzalez è costretto ad uscire per infortunio e viene rimpiazzato da Mariano Gonzalez. Ma è Bruno Alves ancora a sfiorare il pareggio con un imperioso colpo di testa che termina fuori di un soffio. Nel finale è Vidic il protagnosita nel bene e nel male: prima il fallaccio su Rodriguez gli costa il giallo, poi il difensore calcia incredibilmente alto da due passi fallendo in modo incredibile il 2-0.

La ripresa si apre su ritmi infernali: dopo un affondo di Berbatov, il Porto si rende pericoloso con il sinistro ad uscire di Raul Meireles che sfiora la traversa. I Draghi continuano a spingere: cross di Rodriguez per la testa di Gonzalez che non trova la porta... I campioni d'Europa soffrono: Van Der Sar al 79' esce a vuoto ma viene graziato dall'impreciso colpo di testa di Rolando che non trova la porta. Il Porto si getta generosamente tutto in avanti, Meireles crossa al centro per Lisandro Lopez che di prima intenzione gira verso la porta ma troppo centralmente. Gli ultimi assalti non portano risultato, e nel finale il solito Ronaldo va vicino al pareggio con un termendo fendente respinto da Helton.

I Red Devils avranno anche sei candidati al premio di miglior giocatore della Premier League, ma questa squadra deve ritrovare la solidità venuta meno dal crollo con il Liverpool di un mese fa. Contro i lusitani lo United è rimasto imbattuto ma non ha preso gol solo per caso. Le prodezze dei singoli potrebbero non bastare più


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث

Contenuto sponsorizzato

Re: Quarti Champion risultati e commenti

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Mar Set 26, 2017 5:35 pm