Di tutto e di più

Si parla di argomenti diversi

Nuovo sito in funzione iscriviti su www.tede.altervista.org

Ultimi argomenti

» NUCITA-PRINCIOTTO CAMPIONI ITALIANI JUNIOR
Sab Ott 13, 2012 11:06 pm Da NICO50

» Supercoppa Italiana - Lazio, buona la prima: la Supercoppa è tua
Sab Ago 08, 2009 6:50 pm Da TOMMY's

» Semaforo elettronico
Gio Ago 06, 2009 5:19 pm Da TOMMY's

» Electronics Assistant: 4.1
Gio Ago 06, 2009 5:14 pm Da TOMMY's

» Capacitor Conversions Ver 1.2.0
Mar Ago 04, 2009 10:08 pm Da TOMMY's

» Resistor Color Code Calculator Ver 2.4
Mar Ago 04, 2009 10:04 pm Da TOMMY's

» TELEGUIDA SERALE GIUGNO 09
Mar Giu 30, 2009 12:02 pm Da TOMMY's

» Episodi
Mar Giu 23, 2009 8:44 pm Da TOMMY's

» Classifica piloti e team
Lun Giu 22, 2009 11:25 am Da TOMMY's

Chi è in linea

In totale ci sono 0 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno


[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 16 il Dom Ago 23, 2009 5:16 pm

Calendario


WWE - Tanto Texas nella Hall of Fame 2009

Condividere
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

WWE - Tanto Texas nella Hall of Fame 2009

Messaggio Da TOMMY's il Gio Apr 09, 2009 9:22 pm

Domina la scena Stone Cold Steve Austin,
insieme a Koko B.Ware: la tradizionale cerimonia dell'induzione dei
wrestler leggendari all'interno della Hall of Fame, è stata salutata da
un pubblico da record e da momenti intensi ed emozionanti



Tra i colpi di scena dell'edizione numero 25 di Wrestlemania
(domani, nel rispetto della programmazione televisiva italiana
pubblicheremo il report ufficiale), c'è da registrare anche quello di
un Stone Cold Steve Austin in giacca e cravatta, elegantissimo,
sobrio, persino educato. Chi l'aveva mai visto un Texas Rattlesnake
così? Poteva accadere solo durante la cerimonia della Hall of Fame che
precede di 24 ore lo show di wrestling professionistico più atteso del
mondo.
Quest'anno erano molti i motivi di interesse per seguire con attenzione anche la cerimonia dell'induzione della Hall of Fame
: è uno dei pochi momenti non dell'anno, ma della vita stessa di un
wrestler, in cui la keyfabe viene messa da parte, e la maschera del
personaggio lascia spazio al volto della persona. Si scopre che da
inimicizie feroci sono nate amicizie fraterne e che il wrestling è una
gigantesca macchina di spettacolo che convince il pubblico di una
realtà che spesso è solo di forma, o fittizia.
Quest'anno gli indotti all'interno della Hall of Fame rappresentano anche una buona fetta dei fan italiani: perché Stone Cold Steve Austin
è indubbiamente un personaggio amatissimo anche neòò nostro paese,
ottimo interprete di un'epoca di profonda trasformazione del wrestling.
Come Koko B.Ware, l'indimenticabile uomo pappagallo, è stata
invece l'icona di un wrestling anni '80, sgargiante e chiassoso, che
l'Italia stava appena cominciando a capire.
Tra gli altri protagonisti indotti nella classe 2009 della HOF spicca Ricky "The Dragon" Steamboat,
atleta spettacolare molto "giapponese" nel suo concetto di approccio al
ring e al business: in un periodo dominato da colossi, si ritagliò pur
senza un fisico statuario una splendida visibilità che costruì alcuni
feud davvero apprezzabili: su tutti quello con Ric Flair per il titolo
mondiale NWA.
Howard Finkel, "The Fink", è stato uno
degli annunciatori più conosciuti e spettacolari, pronto a mettersi in
discussione anche con ruoli più attivi, e intensi di aspetty comedy
all'interno del ring.
La famiglia Von Erich da tempo
meritava un angolo tutto suo, nonostante in WWE abbiano vissuto un
periodo non straordinario e neppure lunghissimo, rappresentato solo da
Texas Tornado. Ma è stata una dinastia che al wrestling ha dato tanto
senza certamente essere ripagata altrettanto dalal buonasorte.
Terry & Dory Funk Jr.
hanno vissuto il wrestling pionieristico, meno visibile e televisivo
lasciando tuttavia un'impronta indelebile negli anni a venire e
rivoluzionando il concetto stesso di showbusiness in più ambiti, anche
in quello manageriale. Anche Cowboy Bill Watts da wrestler
prima e da promoter ha avuto un ruolo guida nela creazione della WCW
sfruttando proprio una grande popolarità ottenuta nella immensa
provincia americana.
Una classe ricca e ben articolata quella
del 2005, le cui radici si ispirano al Sud degli States e in
particolare al Texas stato splendidamente rappresentato nel business e
omaggiato da un pubblico caldo e molto appassionato.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث

    La data/ora di oggi è Mar Set 26, 2017 5:32 pm