Di tutto e di più

Si parla di argomenti diversi

Nuovo sito in funzione iscriviti su www.tede.altervista.org

Ultimi argomenti

» NUCITA-PRINCIOTTO CAMPIONI ITALIANI JUNIOR
Sab Ott 13, 2012 11:06 pm Da NICO50

» Supercoppa Italiana - Lazio, buona la prima: la Supercoppa è tua
Sab Ago 08, 2009 6:50 pm Da TOMMY's

» Semaforo elettronico
Gio Ago 06, 2009 5:19 pm Da TOMMY's

» Electronics Assistant: 4.1
Gio Ago 06, 2009 5:14 pm Da TOMMY's

» Capacitor Conversions Ver 1.2.0
Mar Ago 04, 2009 10:08 pm Da TOMMY's

» Resistor Color Code Calculator Ver 2.4
Mar Ago 04, 2009 10:04 pm Da TOMMY's

» TELEGUIDA SERALE GIUGNO 09
Mar Giu 30, 2009 12:02 pm Da TOMMY's

» Episodi
Mar Giu 23, 2009 8:44 pm Da TOMMY's

» Classifica piloti e team
Lun Giu 22, 2009 11:25 am Da TOMMY's

Chi è in linea

In totale c'è 1 utente in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite

Nessuno


[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 16 il Dom Ago 23, 2009 5:16 pm

Calendario


Serie A - D'Agostino punisce un Chievo sfortunato

Condividere
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Serie A - D'Agostino punisce un Chievo sfortunato

Messaggio Da TOMMY's il Dom Apr 26, 2009 10:09 am

Nel primo anticipo della 33a giornata di Serie A, l'Udinese vince 2-1 sul campo del Chievo grazie a una doppietta di D'Agostino (il primo su rigore). Veneti generosi ma decisamente sfortunati a cui non basta l'ennesima rete di Pellissier; nel finale espulso Langella



Terza vittoria consecutiva in campionato per l'Udinese anche se i tre punti che la squadra di Marino ottiene sul difficile campo del Chievo sono forse i meno meritati delle ultime uscite perché arriva alla fine di un match che gli uomini di Di Carlo avrebbero meritato almeno di pareggiare.

Le due squadre si affrontano a viso aperto nei primi 45 minuti con l'Udinese che sfrutta tutto il potenziale offensivo del suo tridente composto da Pepe, Sanchez e Quagliarella. Proprio da uno spunto dell'attaccante napoletano il match si sblocca: è il 34' quando Quagliarella lascia sul posto Yepes, entra in area e viene steso in maniera piuttosto netta dallo stesso ingenuo difensore colombiano. Dal dischetto, D'Agostino non sbaglia spiazzando Squizzi. Il vantaggio ospite scuote i veneti che chiudono in attacco la prima frazione ma Handanovic prima salva su Pinzi, poi è graziato da Rigoni che manca lo stop a pochi passi proprio dal portiere sloveno. Inler rischia di chiudere i conti al 38', ma il tiro dello svizzero - dopo la ribattuta di Squizzi - è salvato sulla linea del provvidenziale intervento in scivolata di Yepes, che si fa così perdonare per il precedente errore.

Nella ripresa è tutto un altro Chievo con l'Udinese che concede troppo l'iniziativa agli avversari arretrando eccessivamente il baricentro. Ci mette del suo anche Marino che toglie Pepe - che non la prende proprio bene - inserendo un difensore (Lukovic). Il Chievo comincia a spingere mettendo alle corde i bianconeri tenuti a galla da un ispiratissio Handanovic. Il portiere sloveno, però, alza bandiera bianca al 71' quando Pellissier corregge in rete di testa l'ennesimo traversone messo a centro area dai suoi compagni. Il match si accende, con l'estremo difensore di Marino che si supera ancora sui tentativi dalla lunga distanza di Marcolini e Mantovani, mentre Asamoah rischia l'autogol ma per sua fortuna il suo maldestro intervento su corner finisce sulla traversa. Di Carlo inserisce anche la terza punta - Langella - concedendo però spazi in contropiede a Sanchez e Quagliarella che, in pieno recupero, fredda il Bentegodi confezionando un assist che D'Agostino deve solo scartare a pochi passi da Squizzi regalando tre punti importantissimi ai bianconeri. Nel finale espulso Langella (calcione a Sanchez) e molto nervosismo in campo con il Chievo che non ci sta a perdere una partita dominata a lungo ma il fishio finale di Celi cala definitivamente il sipario sul primo anticipo della 33° giornata di Serie A.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Serie A - D'Agostino punisce un Chievo sfortunato

Messaggio Da TOMMY's il Dom Apr 26, 2009 10:10 am

Serie A - Una valanga viola si abbatte sulla Roma

La Fiorentina sotterra 4-1 la Roma fra le mura amiche. Di Vargas, due volte Gilardino e Gobbi le reti dei padroni di casa. Con il tonfo di Firenze, la Roma dice praticamente addio ai preliminari di Champions League..



La Fiorentina non sbaglia praticamente nulla, la Roma tutto o quasi. Si spiega così il 4-1 finale del Franchi. La gara si sblocca dopo appena sei minuti di gioco grazie al secondo gol in questo campionato di Juan Manuel Vargas. L'ex difensore del Catania indovina un sinistro imparabile dai 25 metri su cui Arthur, che gioca al posto dell'infortunato Doni, non può nulla. La Fiorentina poi protesta per un fallo di mano di Cassetti in area giallorossa sugli sviluppi di una mezza girata di Gilardino: Banti lascia proseguire.

La risposta della Roma arriva al minuto 14 con il sinistro sporco di Taddei dal limite dell'area: palla a lato. E' sempre l'italo-brasiliano il più pericoloso tra i suoi. Il destro dell'ex senese al 21' mette i brividi a Frey, ma sfila sul fondo. Un giro di orologio più tardi, la Fiorentina reclama un altro rigore, questa volta per un intervento a piedi uniti di De Rossi su Jovetic. La Roma attacca con insistenza e sfiora il pareggio in due occasioni: prima con Motta, esterno destro da posizione defilata, quindi con Panucci, colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. L'occasionissima per gli ospiti arriva però al minuto 38, quando Totti apparecchia per Brighi che calcia malissimo solo davanti a Frey vanificando così lo splendido lavoro del suo capitano. Sul finire del primo tempo, Cassetti, che meriterebbe il secondo giallo per l'ostruzione ai danni di Jovetic, è graziato da Banti che gli risparmia il rosso.

Come nel primo tempo, anche l'inizio della ripresa sorride alla Fiorentina. Neanche 120 secondi dal ritorno in campo, e la formazione di Prandelli fa 2-0: Jovetic inventa un'apertura magistrale per Semioli che pesca poi Gilardino tutto solo a centro area: colpo di testa e violino che suona per la 17esima volta in questo campionato. La reazione della Roma è veemente. Brighi si porta a spasso la difesa della Fiorentina, quindi mette Julio Baptista nelle condizioni di liberare il sinistro: Frey è battuto, ma Pasqual salva sulla linea di porta. La partita, bellissima già nel primo tempo, diventa elettrizzante nella ripresa. Cassetti al 13' colpisce la traversa dal limite dell'area al termine di un'azione rocambolesca, un minuto più tardi Pizarro si fa ingenuamente espellere (secondo giallo) per un "battibecco" prolungato con Semioli, ammonito a sua volta. Nonostante l'uomo in meno, la Roma prova a giocarsela alla pari, ma la Fiorentina in contropiede è letale e con Gilardino, che scherza con Cassetti prima di battere Arthur per la seconda volta personale (e fanno 18 centri in campionato), trova il gol del 3-0 in contropiede.

Spalletti manda in campo anche il giovane D'Alessandro, 17enne di belle speranze, ma è sempre la Fiorentina a pungere. Al 73' c'è gloria anche per Massimo Gobbi, da poco entrato al posto di uno splendido Jovetic (standing ovation per lui), che ribadisce in rete la miracolosa respinta di Arthur sul colpo di testa a botta sicura dell'onnipresente Gilardino. A quattro minuti dal 90' arriva il gol della bandiera per la Roma: lo realizza Julio Baptista al termine di una bella azione personale conclusa con un potente destro dal limite dell'area che buca le mani a Frey. Finisce 4-1: una grande Fiorentina sotterra una Roma in evidente difficoltà. E mentre la formazione di Prandelli continua a sperare, il tonfo di Firenze equivale per i giallorossi a dire addio alla prossima edizione della Champions League.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Serie A - D'Agostino punisce un Chievo sfortunato

Messaggio Da TOMMY's il Dom Apr 26, 2009 6:23 pm

Serie A - Kakà e Pippo per il 2° posto del Milan



I rossoneri vincono 3-0 e superano la
Juve, frenata dal 2-2 di Reggio Calabria. Brutta sconfitta per il Genoa
che non riesce a riprendersi la quarta piazza, mentre nelle zone basse
si accelera: 3 punti per Torino, Bologna e Lecce!


Due rigori di Kakà e il solito gol del fantastico Pippo
Inzaghi permettono al Milan di ottenere 3 punti a San Siro contro il
Palermo, quanto basta per operare il sorpasso nei confronti della
Juventus e conquistare quindi il secondo posto a 7 lunghezze dall'Inter
capolista (impegnato stasera al San Paolo contro il Napoli).
A
due settimane dal confronto diretto del Meazza, infatti, la Juve soffre
al Granillo contro una Reggina all'arma bianca: in vantaggio con
Barillà, i calabresi vengono ripresi dal rigore di Del Piero in avvio
di ripresa, situazione che si ripete poi con il gran sinistro di
Halfredsson che fa il pari con la zampata del rientrante Cristiano
Zanetti per il 2-2 finale.
Il punto conquistato dalla Reggina
contro la Vecchia Signora, però, non basta al fanalino di coda, che
vede la salvezza allontanarsi sempre di più. Merito di Torino, Bologna
e Lecce, tutte vittoriose. I granata si impongono 1-0 su un Siena
formato scampagnata, ringraziando il gran colpo di tacco di Bianchi,
mentre i pugliesi superano 2-1 il Catania con Munari e Tiribocchi che
costruiscono e Benussi che sigilla il risultato.
Ancor pià
importante il risultato del Dall'Ara, e non solo per i 3 punti del
Bologna che vince 2-0, ma anche per il tracollo del Genoa che ritrova
Milito al centro dell'attacco ma sbanda paurosamente in difesa
regalando la partita a Papadopulo e il quarto posto alla Fiorentina.
Pareggio
spettacolare a Marassi, dove Sampdoria e Cagliari impattano 3-3: i
padroni di casa trovano in Marilungo (doppietta) un nome nuovo per
l'attacco, ma alla fine serve il solito Cassano per portare a casa un
punto.
Chiudiamo quindi con il successo dell'Atalanta sul
campo di una Lazio scarica dopo la sbornia della Coppa Italia. A
decidere il amtch ci pensa un ex, Talamonti, con un bel colpo di testa
a metà primo tempo.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Serie A - D'Agostino punisce un Chievo sfortunato

Messaggio Da TOMMY's il Lun Apr 27, 2009 11:38 am

Serie A - Zampata del Panteron: l'Inter perde colpi

Una rete di Zalayeta regala i tre punti ai partenopei di Donadoni, alla prima vittoria sulla panchina del Napoli. L'Inter, che non perdeva dalla trasferta di Bergamo, vede ora ridursi a sette punti, con ancora cinque partite da giocare, il vantaggio sul Milan secondo in classifica

Mourinho manda in panchina Santon, spostando Zanetti in difesa e aprendo così le porte del campo a Vieria. Il francese agisce in linea mediana con Cambiasso e Stankovic. Ibrahimovic è l'unica punta, con Balotelli e Figo che partono larghi sugli esterni. Nel Napoli, Donadoni sceglie Amodio come regista davanti alla difesa; Pazienza va in panchina. Denis vince il ballottaggio con Zalayeta.

La partita si apre con il grandissimo riflesso di Navarro, che dopo appena due minuti di gioco blinda la propria porta con un vero e proprio miracolo sul colpo di testa di Samuel. E' Balotelli il più attivo dell'Inter in tutto il primo tempo: il giovane attaccante nerazzurro ci prova al 15', destro dal limite dell'area alta sopra la traversa, e al minuto 33, ma la sua conclusione volante da posizione defilata è ben neutralizzata da Navarro. Nel finale dei primi quarantacinque minuti di gioco si sveglia il Napoli: Lavezzi prima, e Hamsik poi fanno capire che la ripresa sarà tutta da vivere.

Il ritmo di gara nel secondo tempo è sostenuto, ma le occasioni da gol latitano. Il Napoli si fa vedere con una incursione di Mannini sulla sinistra, ma il cross dell'ex giocatore del Brescia è direttamente su Julio Cesar. Dall'altra parte, ci prova Ibrahimovic su punizione, con Navarro che smanaccia in angolo. Al 63', Donadoni richiama Denis per far posto a Zalayeta. Mai mossa fu più azzeccata, perchè dieci minuti dopo il suo ingresso in campo, il centravanti uruguayano realizza il gol vittoria con un potente destro dal limite dell'area su ottima iniziativa di Lavezzi.

Mourinho inserisce Mancini e Cruz per cercare di riportare in partita i suoi, ma è il Napoli a sfiorare il gol del raddoppio: Julio Cesar è però perfetto sul destro dalla distanza di Blasi deviato da Samuel. Finisce 1-0. Il Napoli, che non segnava da oltre 500 minuti al San Paolo, torna a vincere 104 giorni dopo l'ultima volta contro il Catania. Per Donadoni si tratta del primo successo sulla panchina dei partenopei. L'Inter, che vede adesso rifarsi sotto i cugini del Milan staccati di sette punti con ancora cinque partite da giocare, non può ancora considerare chiuso il discorso scudetto...


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث

Contenuto sponsorizzato

Re: Serie A - D'Agostino punisce un Chievo sfortunato

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Ven Nov 24, 2017 2:12 pm