Di tutto e di più

Si parla di argomenti diversi

Nuovo sito in funzione iscriviti su www.tede.altervista.org

Ultimi argomenti

» NUCITA-PRINCIOTTO CAMPIONI ITALIANI JUNIOR
Sab Ott 13, 2012 11:06 pm Da NICO50

» Supercoppa Italiana - Lazio, buona la prima: la Supercoppa è tua
Sab Ago 08, 2009 6:50 pm Da TOMMY's

» Semaforo elettronico
Gio Ago 06, 2009 5:19 pm Da TOMMY's

» Electronics Assistant: 4.1
Gio Ago 06, 2009 5:14 pm Da TOMMY's

» Capacitor Conversions Ver 1.2.0
Mar Ago 04, 2009 10:08 pm Da TOMMY's

» Resistor Color Code Calculator Ver 2.4
Mar Ago 04, 2009 10:04 pm Da TOMMY's

» TELEGUIDA SERALE GIUGNO 09
Mar Giu 30, 2009 12:02 pm Da TOMMY's

» Episodi
Mar Giu 23, 2009 8:44 pm Da TOMMY's

» Classifica piloti e team
Lun Giu 22, 2009 11:25 am Da TOMMY's

Chi è in linea

In totale c'è 1 utente in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite

Nessuno


[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 16 il Dom Ago 23, 2009 5:16 pm

Calendario


Serie A - Il Milan più brutto crolla a Udine

Condividere
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Serie A - Il Milan più brutto crolla a Udine

Messaggio Da TOMMY's il Dom Mag 17, 2009 1:09 pm

L'Udinese batte 2-1 i rossoneri nell'anticipo della 36a giornata di Serie A: l'Inter, in attesa del posticipo col Siena, è già matematicamente campione d'Italia. D'Agostino e Zapata in rete per gli uomini di Marino: Ambrosini firma la rete della bandiera in pieno recupero


Il peggior Milan della stagione consegna lo scudetto all'Inter. Festa a Milano per i nerazzurri, volti scuri in campo e in tribuna a Udine per i rossoneri. Un Milan spento, a tratti inguardabile, non in grado di costruire una sola azione pericolosa. Disordine a centrocampo, confusione totale in attacco dove Pato è praticamente invisibile per ottanta minuti e Kakà non trova spazi.

Udinese perfetta, ben messa in campo e che spinge sull'acceleratore dal primo minuto. Dei friulani infatti le migliori occasioni in avvio di partita con Pepe e Quagliarella. Passano i minuti e l'attacco bianconero trova anche la spinta di Floro Flores, bravissimo nel prendere palla sulla sinistra e accentrarsi per concludere. D'Agostino inventa a centrocampo. Milan subito in difficoltà, soprattutto a centrocampo dove i palloni persi raggiungono in una manciata di minuti il quantitativo industriale. Sbaglia Seedorf, sbaglia Kakà, a sprazzi pennella palloni meravigliosi Pirlo e risolve dietro Flamini. Tante, ancora uan volta, le incertezze di Senderos in copertura.

Passa mezzora e l'Udinese dopo ripetuti attacchi passa. Paolo Maldini stende, con qualche dubbio, un attaccante friulano e l'arbitro concede il calcio di rigore. D'Agostino batte perfettamente e Udinese in vantaggio. L'Inter è campione d'Italia!

Non abbassa il ritmo la squadra di Marino che finisce il primo tempo in attacco. Seconda parte di gioco che vede l'ingresso in campo di Inzaghi al posto di Flamini. Milan offensivo ma che non decolla e anzi, passano appena tre minuti e raddoppia l'Udinese. Calcio d'angolo battuto sempre da D'Agostino , Inzaghi a vuoto di testa in area e Zapata mette dentro il pallone del raddoppio. Milan KO e primi festeggiamenti convinti nel ritiro dell'Inter. I rossoneri non riescono proprio a costruire e trovare spazi in attacco. Dentro anche Ronaldinho. Milan a questo punto spaccato in due blocchi divisi e Udinese che continua a fare quello che vuole. Dida salva i suoi dal disastro in un paio di occasioni, Floro Flores prende ogni pallone e D'Agostino continua nel suo show. Esce anche lo spento Pato per Shevchenko ma le cose per il Milan non cambiano e anzi peggiorano.

Ultimi minuti che vedono i padroni di casa continuamente in attacco e il Milan subire in ogni parte del campo. Allo scadere solo l'orgoglio riscatta una serata disastrosa per gli uomini di Ancelotti. Ambrosini stacca di testa e Milan accorcia le distanze. Ma arriva il fischio finale e la Milano sponda nerazzura comincia la festa!


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Serie A - Il Milan più brutto crolla a Udine

Messaggio Da TOMMY's il Dom Mag 17, 2009 1:09 pm

Serie A - Panucci salva una folle Roma: 4-3

Il Catania rimonta due gol all'Olimpico prima di capitolare al 92'. Doppietta di Perrotta, reti di Vucinic, Tedesco, Mascara e Morimoto. Oltre alla marcatura decisiva del difensore giallorosso


Tre punti soffertissimi dall'importanza capitale. La Roma batte 4-3 il Catania nel primo anticipo della 36a giornata di Serie A. All'Olimpico se ne vedono di ogni. E alla fine decide Panucci.

La Roma ha assolutamente bisogno di tre punti per l"Europa League , ultimo obiettivo stagionale. Il Catania di fare bella figura dopo tre sconfitte consecutive. Le due esigenze, ben differenti, partoriscono due atteggiamenti tattici speculari. Se Spalletti schiera i suoi con un 4-3-1-2, altrettanto fa Zenga. E ne esce un match più che spettacolare.

La Roma fatica ad accendere Vucinic. Ma quando il centravanti parte non ce n'è per nessuno. Al 13', così, la punta serve un inserimento di Perrotta con un cross al bacio, che il mediano non può che insaccare. E' 1-0, al primo pallone toccato da Vucinic e al primo tiro in porta della Roma. Il Catania però non demorde e trova subito il pareggio. Il tutto con l'aiuto non indifferente della coppia Mexes-Cassetti.

Su un lancio dalla destra, infatti, nessuno dei due difensori giallorossi va a chiudere. Tedesco si inserisce e si trova solo davanti ad Artur, freddato con un pallonetto perfetto (15'). Botta e risposta. Ma a Vucinic non sta bene. E così arriva il 2-1, segnato dall'attaccante in persona, che al 17' batte Kosicky dopo un triangolo perfetto con Perrotta centrando il 50o gol in massima divisione.

Il match potrebbe andare in discesa per la Roma. In realtà, Artur deve sventare una doppia occasione per Martinez e Sciacca prima che Perrotta trovi il 3-1 (31') sfruttando un buon cross di Riise con un tiro deviato da Terlizzi. Il Catania si ridisegna con un 3-5-2 e ricomincia a far gioco. Ma per tornare a farsi sotto serve il doppio cambio che Zenga opera all'intervallo, quando fa uscire Stovini e Sciacca, mettendo dentro Izco e Llama.

La prima azione della ripresa, infatti, porta subito il 3-2. Palla dentro per il solito Tedesco, il quale salta Cassetti e guadagna una punizione dal limite dell'area. Batte Mascara, tirando una bomba che sorprende Artur e vale il quinto gol del match. Il sesto sarebbe prima sul piede di Morimoto e poi sulla testa di Martinez, ma i due, tra 51' e 52', sprecano malamente.

Si torna a giocare come se fosse ping-pong. Occasioni da una parte alle quali rispondono palle gol dall'altra. Il tutto sempre all'insegna delle retroguardie ballerine. La prova del nove arriva al 72', quando Morimoto scatta sul filo del fuorigioco sul lancio di un incontenibile Tedesco. Il tiro del nipponico non è dei migliori, ma Artur non trattiene ed è 3-3. Il più incredibile dei pareggi.

L'Olimpico inizia a fischiare. La Roma perde la pazienza e De Rossi trova il giallo che gli farà saltare la sfida di San Siro contro il Milan. Di male in peggio, quindi. Se non fosse che in campo c'è ancora Panucci. Il difensore, infatti, decide il match al 92' con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio piazzato che vale i tre punti. 4-3 per la Roma. Il Catania se ne va dall'Olimpico con zero punti e una prestazione maiuscola. I giallorossi non convincono ma vincono. E ora sentono sempre più vicina l'Europa League.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Serie A - Il Milan più brutto crolla a Udine

Messaggio Da TOMMY's il Dom Mag 17, 2009 7:01 pm

Serie A - Bologna all'ultimo respiro; Juve bloccata

Nella 36a giornata di Serie A, la Fiorentina supera di misura la Sampdoria e approfitta del mezzo passo falso del Genoa (che pareggia in casa col Chievo). L'Atalanta blocca Del Piero e compagni, mentre in chiave salvezza vittorie fondamentali per Bologna e Torino


Doveva essere la giornata dell'attesa, quella dei tifosi interisti per poter ufficilamente festeggiare il 17esimo titolo. Invece la sconfitta del Milan ha anticipato i tempi cosegnando nelle mani dei nerazzurri il titolo. La domenica di Serie A, dunque, è stata molto importante per gli altri verdetti che il campionato deve dare. Chi va (in Champions e in Uefa), chi resta (in serie A). Le idee sono acora confuse perchè i risultati della 36esima gornata di A hanno stupito un po' tutti. A cominciare dalla Juventus che, davanti al suo pubblico, viene fermata sul 2-2 da un'Atalanta sempre più bestia nera delle grandi. La Vecchia Signora può solo rimproverarsi una partenza a rilento che ha permesso ai bergamaschi di passare in vantaggio. Poi in campo è successo di tutto e il Destino ha scelto il risultato finale, complici le tre traverse colpite dall'Atalanta e i due legni della Juventus.

Un pareggio che fa molto piacere alla Fiorentina. I Viola hanno battuto una Sampdoria stanca dopo l'impegno in Coppa Italia e priva di idee. Decide la rete di Gilardino al 21'. Il sole, inteso come caldo insopportabile, ha fatto il resto. Crampi, problemi muscolare e solo il bisogno del triplice fischio del direttore di gara. Minimo sforzo massimo risultato, quindi, per la Fiorentina che si porta al quarto posto in classifica, ad una sola lunghezza dalla Juventus e a 5 punti di vantaggio sul Genoa, fermato in casa dal Chievo.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث
avatar
TOMMY's
Admin/Founder
Admin/Founder

Maschile
Vergine
Gallo
Numero di messaggi : 1472
Compleanno : 11.09.81
Età : 36
Occupazione/Hobby : ^__^
Rispetto delle regole del forum :
Esperienza :
100 / 100100 / 100

Punti : 485
Reputazione : 19
Data d'iscrizione : 29.01.08

Re: Serie A - Il Milan più brutto crolla a Udine

Messaggio Da TOMMY's il Lun Mag 18, 2009 11:52 am

Serie A - Inter in carrozza, festa vera col Siena

I nerazzurri celebrano il diciassettesimo titolo con i gol di Cambiasso, Balotelli e Ibrahimovic. Quanto basta per aggiudicarsi il posticipo della 36a giornata di Serie A e festeggiare il campionato vinto sabato sera


L'Inter festeggia nel migliore dei modi il titolo vinto sabato sera con il ko del Milan. I nerazzurri battono 3-0 il Siena nel posticipo della 36a giornata grazie ai gol di Cambiasso, Balotelli e Ibrahimovic. E a San Siro è festa grande.

Quando Inter e Siena si incontrano, lo scudetto è sempre nell"aria. Due anni fa le due squadre si affrontarono e i nerazzurri conquistarono i punti decisivi per il primo acuto sul campo della squadra di Roberto Mancini. Dodici mesi orsono i bianconeri rallentarono la marcia verso l"ultimo titolo conquistato dalla vecchia gestione. Questa volta, invece, il Siena arriva a San Siro per assistere alla festa tricolore dell"undici di Mourinho.

Gli uomini di Giampaolo, però, non si presentano alla Scala del calcio con l'atteggiamento dello sparring partner. E, con un 4-1-4-1 fatto di molti passaggi palla a terra, fa vedere le cose migliori nei primi venti minuti, quando Calaiò manda fuori due buone occasioni da gol. Mourinho non vuole che la festa si guasti e allora aggiusta il proprio 4-2-3-1 spostando Balotelli sulla trequarti di destra.

La continuità di gioco non arriva ma, quanto meno, si accendono il giovane italiano e Ibrahimovic, che al 22' spaventa Curci con un potente sinistro da posizione decentrata. L'occasione migliore è al 29', quando al tiro va Stankovic. La conclusione del centrocampista è però respinta dalla retroguardia bianconera. Tutto il resto è una serie di sprazzi di gioco intervallata da azioni elementari.

Poi la svolta. Al 45' Bergonzi fischia fallo contro il Siena per un intervento sul pallone, e non su Figo, di Brandao. Sulla punizione Galloppa scivola e tiene in gioco Ibrahimovic, che così ostacola l'uscita di Curci. Stankovic tira al volo sulla respinta del portiere che, in un primo tempo, si salva di istinto. Subito dopo, però, arriva Cambiasso. L'argentino insacca da rapace d'area e fa 1-0 a pochi secondi dalla fine del primo tempo.

La ripresa inizia con due cambi nel Siena, che si aggiusta con Jarolim e Coppola al posto di Kharja e Codrea. Ma soprattutto con la mazzata definitiva di Balotelli. Il 2-0 arriva al 52'. Vergassola va vicinissimo al pareggio ma viene murato da Samuel. L'Inter riparte in contropiede, Figo mette Balotelli a tu per tu con Curci e l'attaccante non si fa pregare. Portiere saltato e gol del 2-0.

Match in ghiaccio. Resterebbe solo il tempo per far avvicinare Ibrahimovic al capocannoniere Di Vaio. Eppure c'è il giallo. Lo svedese accusa dei problemi al ginocchio e chiede il cambio. Mourinho risponde togliendo Figo e mettendo Santon. Ibrahimovic la prende malissimo e, inquadrato dalle telecamere, chiede: "Ma non mi cambi? Ma non mi cambi?". Il tutto condito da qualche appellativo di troppo. La sostituzione però non arriva nemmeno quando al 74' entra Mancini per Balotelli. E lo svedese continua a girare per il campo camminando.

Sino al 76', quando proprio Mancini gli serve un assist al bacio per il 3-0. Ibrahimovic non si fa pregare e insacca con un bel sinistro che passa sotto le gambe di Curci. L'esultanza è contenuta, con solo un applauso verso la curva. E c'è una nuova smorfia quando subito dopo Mourinho esaurisce i cambi per far esordire il terzo portiere Orlandoni. Ma non può essere questo a guastare la festa nerazzurra. Finisce 3-0. L'Inter vince meritatamente contro un ottimo Siena e può celebrare nel migliore dei modi il primo titolo della gestione Mourinho.


_________________
                 BALLA CHE TI PASSA

شؤهشخ ش فعففه يش فثيث

Contenuto sponsorizzato

Re: Serie A - Il Milan più brutto crolla a Udine

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Mar Set 26, 2017 1:11 am